Confronti tra teologi contemporanei

I due filosofi, Schelling e Kierkegaard furono i maggiori esponenti della trasformazione reattiva cristiana al sistema Hegeliano, che sembrava aver risolto tutti quei dilemmi metafisici riguardanti l’orizzonte logico-immanente della concretezza.

I suoi sostenitori successivamente si divisero tra:

– Destra Hegeliana;
– Sinistra Hegeliana.

La destra hegeliana era fermamente convinta che Hegel avesse inquadrato i concetti fondamentali del Cristianesimo come l’immortalità dell’anima, Dio come Persona, la Trinità.
La sinistra hegeliana, era invece sicura che lo Spirito assoluto teorizzato da Hegel, non c’entrasse assolutamente niente con i dogmi cristiani, avesse nulla a che fare coi dogmi cristiani, ma credevano che lui stesso gli avesse conferito una forma del tutto simbolica.

Tra questi, emerse Ludwig Feuerbach, uno di quelli che esaltò l’ateismo come se fosse la strada giusta per il nuovo umanesimo.

Il cristianesimo infatti, era concepito da Ludwig come qualcosa di positivo che era in grado di condurre l’uomo al vero essere. Anche Karl Marx però diede una propria opinione a riguardo, piuttosto dura osiamo dire, perché accusò la teologia di essere una struttura in grado di nascondere la coscienza sociale dell’uomo.

Dopo il 1850 però, ci furono degli attacchi anche da parte dei positivisti, che affrontarono la teologia cristiana in modo molto irruento.
Nietzche ad esempio, ipotizzò che la teologia fosse solamente la massima espressione della volontà di potere.
E non solo, le nuove scienze del momento, come la psicoanalisi di Freud, la sociologia, l’antropologia “del futuro” portarono l’uomo ad avere una visione del mondo del tutto atea. Infatti la religione fu concepita come un complesso di meccanismi psicologici errati che con il tempo presero piede, portando l’uomo a vivere nell’illusione.

In tal modo portarono Papa Leone XIII a procedere con l’enciclica del 1879, l’Aeterni Patris che cercò di promuovere un movimento neoscolatisco.
Ed è proprio così che vennero mossi i primi passi verso con i primi teologi cattolici contemporanei, in risposta alla crisi che colpì nel profondo i valori cristiani.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *